No Cap…hai capito?!

No Cap…hai capito?!

50,00

Dal 2018 abbiamo aderito al NO CAP – Rete per La Terra per la filiera anti-caporalato, progettando tutte le fasi di raccolta, stoccaggio e lavorazione in rete d’imprese, sostenendoci e scrivendo in questo modo una nuova storia. E tu, ci aiuti?

Regala questa rivoluzione

Cosa c'è di più bello che regalare un progetto così?

Aiutaci a far crescere i nostri progetti sostenibili: Condividi questa iniziativa!
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

50,00

Regala questa rivoluzione

Cosa c'è di più bello che regalare un progetto così?

Condividi questa iniziativa!
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp

Il progetto mira a contrastare il caporalato e, in generale, il lavoro irregolare nel settore agricolo, garantendo ai produttori un prezzo giusto per i loro prodotti e ai lavoratori il pieno rispetto dei loro diritti, a partire dall’applicazione dei contratti collettivi del lavoro. La responsabilità sociale d’impresa assume una sua centralità in questo progetto a tal punto da aver inserito nella Coop Soc Prima Bio di Rignano Garganico, migranti e persone con gravi disaggi sociali mettendogli a disposizione vitto, alloggi e macchine di servizio. Attraverso la stipula di contratti di lavoro legali e soprattutto umani, realizziamo le passate di pomodoro a marchio Iamme-NoCap in nome della legalità. I nostri valori sono: Etica del lavoro, filiera corta, rifiuti zero, valore aggiunto, benessere degli animali, rifiuti zero. Diamo il giusto valore a tutte le parti prese in causa nella filiera ponendo al centro la vera ricchezza, l’essere umano, con tutte le sue diversità e proponiamo un prodotto giusto al giusto prezzo!

Attraverso l’adozione di questa iniziativa, contribuirai in modo diretto a finanziare il progetto del nostro rivoluzionario e a diffondere più possibile la sua missione. Ma cosa più importante: aiuterai l’ambiente e le comunità locali.

Grazie al tuo sostegno, ci permetterai di:

– sensibilizzare sul fenomeno dello sfruttamento del lavoro in agricoltura

– ridare valore all’essere umano e creare una filiera etica e virtuosa contro lo sfruttamento lavorativo

– condividere il progetto sociale a tutti gli attori coinvolti della filiera (consumatori, lavoratori, agricoltori, commercianti) per frenare lo sfruttamento dei braccianti

– supportare l’azienda agricola a produrre in modo etico e sostenibile attraverso il finanziamento di parte del sostegno all’associazione partner NO CAP al fine di rendere ancor più “accogliente” il lavoro nei campi (acqua, pasti, più bagni, formazione ecc..)

Dopo aver acquistato e supportato l’iniziativa, ti racconteremo periodicamente gli aggiornamenti e lo stato di avanzamento del progetto.

• Badge e certificato del “bravo sostenitore”, ufficialmente parte della famiglia Copernicana

• Canale social dedicato, per ricevere aggiornamenti sullo stato di avanzamento del progetto sostenuto e l’impatto generato

• Box a sorpresa direttamente a casa tua con prodotti bio certificati a filiera corta rispettosi dell’ambiente e dei diritti dei lavoratori (12 passate di pomodoro 420g Made in Puglia) 

12. Consumo e produzione responsabili

Utilizzo responsabile delle risorse: garantire modelli di consumo e produzione sostenibili.

8. Lavoro dignitoso e crescita economica

Buona occupazione e crescita economica: promuovere una crescita economica inclusiva, sostenuta e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti.

Se non è il tuo match, guarda altre rivoluzioni: