La moda che fa bene. Mafric è una start-up di moda con sede a Milano che coniuga il design italiano alla cultura africana, proponendo capi unici realizzati a mano all’interno della rete di sartorie sociali che offrono prospettive di riscatto a persone in situazioni di vulnerabilità.

La nostra rivoluzione

Il progetto si fonda su due principi cardine: moda sostenibile e interculturalità. Ogni capo si pone l’obiettivo di essere il risultato finale di una filiera produttiva sostenibile, in grado di generare valore ed avere un forte impatto sociale. Mafric nasce dall’esigenza di creare un luogo di incontro fra due culture, italiana e africana. Le pregiate stoffe africane vengono ripensate con uno sguardo moderno e rielaborate in cerca di una sintesi fra la carica espressiva dei colori Africani e l’eleganza dello stile italiano.

Equosolidale

Ogni singolo articolo di Mafric viene confezionato a mano da persone che hanno nomi, storie, famiglie; ogni persona è valorizzata in quanto artista nel suo mestiere.

Rete

L’idea sta nel creare rete tra realtà che già agiscono nel sociale, ma che purtroppo sono slegate tra loro. Mafric è riuscita nell’impresa di creare una rete di sartorie sociali nelle quali persone in situazione di vulnerabilità, tendenzialmente donne, tendenzialmente straniere, imparano a diventare sarte. Inoltre in questi progetti vengono coinvolte anche realtà sul territorio, che da anni si occupano di recupero di vestiti usati e danno lavoro a persone in situazione di vulnerabilità.

Ecosostenibile

Mafric ha fatto suo il tema del riciclo e dell’upcycling. Il riciclo consente di ridurre al minimo gli scarti e riutilizzare tutto il possibile, recuperando dai produttori stoffe danneggiate, ma ancora utilizzabili. Con l’upcycling Mafric punta invece a riconvertire capi di cui i proprietari si sono disfati. Questi capi vengono modificati, rivisitati, cambiati, e gli viene data una nuova vita.